28 ottobre 2009

Rimini: apertura di Ecomondo 2009

Ha debuttato questa mattina, a Rimini Fiera, la 13a edizione di Ecomondo (fiera internazionale del recupero di materie ed energia e dello sviluppo sostenibile), assieme alla 3a di Key Energy (fiera internazionale per l´energia e la mobilità sostenibile, il clima e le risorse per un nuovo sviluppo) e alla 2a di Cooperambiente (fiera dell´offerta cooperativa di energia e servizi per l´ambiente, in collaborazione con LegaCoop).

Fino a sabato 31 ottobre il >sistema ambiente Rimini´ ospiterà 1.500 imprese disposte sull´intero quartiere fieristico riminese (110.000 mq.), con un´offerta di manifestazioni che abbraccia vari settori merceologici ispirati dalla cultura del recupero e riuso, per soddisfare gli oltre 65.000 visitatori attesi.

Al taglio del nastro il Sottosegretario di Stato per l´Ambiente e la Tutela del Territorio e del Mare, On.le Roberto Menia.

´Ecomondo . ha detto il Sottosegretario . non è un appuntamento, ma l´appuntamento del settore. Un incontro tradizionale, rafforzato ogni anno di più dalla qualità di ciò che le aziende mettono in campo. Una qualità internazionale, che dimostra come tutto ciò che riguarda l´ambiente non è solo ideologico´, ma anche fortemente concreto, tanto da aver dato vita a quella ´green economy´ sulla quale oggi si concentrano tante aspettative per il rilancio dell´economia globale´.

´In queste prime ore di manifestazione . ha commentato il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni . abbiamo già avuto la percezione di quanto sia partecipato l´appuntamento fieristico che intorno ad Ecomondo ha visto negli anni crescere altri progetti fieristici, in particolare Key Energy, già solido nel settore dell´energie alternative. C´è ovviamente un grande lavoro dietro ad un evento di questo tipo, ma anche la soddisfazione di aver guadagnato la fiducia, lungo il percorso di crescita, di compagni di viaggio autorevoli e cointeressati al messaggio che da Ecomondo scaturisce, un messaggio orientato alla cultura del recupero e del riuso´.

Fra questi partner spiccano la Regione Emilia-Romagna, Legacoop e Conai, che all´inaugurazione erano presenti ai massimi livelli.

´Ecomondo . ha ricordato Piero Perron, presidente di Conai - è un evento fondamentale per tracciare il punto su quanto fatto e delineare le linee di intervento future. Veniamo da un anno difficile, a causa di una riduzione del 12% degli imballaggi immessi sul mercato, ma siamo riusciti ugualmente ad assolvere alla nostra missione e guardiamo avanti con fiducia, confortati dal costante aumento della raccolta differenziata´.

Il sistema industriale infatti funziona, ed è in grado (dati Conai 2008) di recuperare complessivamente acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro per il 68,5% dell´immesso al consumo. L´Italia supera così di 8,5 punti percentuali l´obiettivo di legge previsto dalla normativa europea e da quella italiana. La quantità di materiali riciclati è cresciuta nonostante la contrazione dei consumi. Sono state riciclate 7.228.000 tonnellate di rifiuti di imballaggio (59,4%) su un totale di 12.168.000 tonnellate immesse al consumo.

Lino Zanichelli, assessore all´Ambiente della Regione Emilia-Romagna: ´Ecomondo diventa tutti gli anni più grande e più importante, anche perché i temi dei rifiuti e dell´energia sono ormai nel cuore delle grandi questioni globali. Questo momento di grande crisi è l´occasione perché i governi assumano decisioni importanti in tema di ambiente. Fra l´altro quest´anno la manifestazione si tiene in un momento cruciale, ossia poco prima della conferenza di Copenhagen´.

Giuliano Poletti, presidente Legacoop: ´Essendo giunti alla seconda edizione di Cooperambiente, posso dire che per il nostro mondo trovarsi all´interno di Ecomondo è stata ed è un´esperienza importante. Oggi, la presenza di oltre cento cooperative all´interno della fiera, in un momento economico non certo facile, rappresenta la miglior conferma della validità di questa proposta´.

La cerimonia inaugurale prosegue con un importante convegno, ´Politiche per il Green New Deal; come la sostenibilità può far ripartire l´economia globale´ organizzato da Rimini Fiera, Conai, LegaCoop e Regione Emilia-Romagna in collaborazione con il Ministero dell´Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, Confindustria, Anci, Legambiente, Kyoto Club.
Dopo il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni, intervengono: Christopher Flavin, Presidente Worldwatch Institute, Filippo Bernocchi, delegato alle politiche ambientali ANCI, Piero Perron, Presidente CONAI, Lino Zanichelli, Assessore all´Ambiente Regione Emilia Romagna, Vittorio Cogliati Dezza, Presidente Legambiente, Giuliano Poletti, Presidente Legacoop. Conclusioni affidate al Sottosegretario di Stato per l´Ambiente e la Tutela del Territorio e del Mare, On.le Roberto Menia. Modera Antonello Piroso, direttore del TG de La7.

Domani, 29 ottobre, la Fondazione per lo sviluppo sostenibile ed Ecomondo conferiranno il Premio per lo sviluppo sostenibile a tre imprese, associazioni od organizzazioni d´imprese che si siano particolarmente distinte per impegno innovativo ed efficacia dei risultati per uno sviluppo sostenibile. I settori considerati sono quello dei rifiuti, delle energie rinnovabili e dell´efficienza energetica. Il Premio ha ricevuto un riconoscimento prestigioso come l´adesione del Presidente della Repubblica, che si esprimerà con tre medaglie destinate alle imprese premiate.

(fonte: Ecomondo)
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!


Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento

Articoli Correlati